Cartoline di buon Natale e manifesti natalizi con i modi di dire del dialetto: ad idearli e realizzarli, anche a scopo benefico, il Comune di Narni in occasione della festività 2020. L’amministrazione ha chiesto ai cittadini di inviare i modi di dire e le parole in dialetto di cui erano a conoscenza e con quelle raccolte è stato ideato un progetto grafico composto da due diversi passaggi.

Si tratta di un manifesto con un albero di Natale contenente i detti narnesi, già affisso pubblicamente, e di una serie di cartoline, tra cui quelle dei terzieri Mazule, Fraporta e S. Maria, messe in vendita ed il cui ricavato andrà in progetti di solidarietà.

 

In particolare i proventi della vendita saranno devoluti al progetto “Dispense solidali”, con il quale l’amministrazione provvede da tempo ad acquistare beni alimentari da distribuire alle famiglie in difficoltà. Le cartoline saranno in vendita nelle quattro edicole fra centro storico e scalo e al punto vendita del Digipass di palazzo dei Priori. “Una delle cose importanti è stato il coinvolgimento dei tre terzieri della Corsa all’Anello” spiega l’assessore a Turismo e Cultura, Lorenzo Lucarelli, sottolineando che “l’iniziativa ha l’obiettivo di coinvolgere i cittadini soprattutto in questo Natale un po’ particolare per via del Covid-19″.