Quattro miglia di corsa ogni quattro ore, per 48 ore consecutive: è la sfida solidale che si appresta a tentare, sabato e domenica, Alessio Parisi, triathlonista e fisioterapista di un bimbo affetto dalla malattia genetica rara del mutazione del gene Piga. L’iniziativa sosterrà l’associazione Gene Piga Italia, creata ad Otricoli da tre mamme ‘coraggio’ che si battono perché venga avviata una ricerca.

La sfida di Alessio sarà una challenge solidale aperta a tutti. “Chi vuole corra, chi non può doni” è l’appello di Alessio che, correndo, toccherà Roma, Guidonia, Tivoli e Villa Adriana. Sarà possibile seguirlo sulle pagine personali Facebook ed Instagram e su quelle dell’Agepi, @a.ge.p.i e Gene Piga AGePI OdV. La stessa associazione ha già organizzato un’asta online che, attraverso l’aggiudicazione di 26 opere, ha permesso di raccogliere 2.850 euro.

“Siamo grate a chi, sostenendo la nostra associazione” dicono Caterina, Chiara e Tiziana, le tre fondatrici. “Ha dato un aiuto importante – continuano – per raggiungere il primo obiettivo dell’A.Ge.P.I. OdV: il finanziamento del progetto di ricerca scientifica Seed Grant di Telethon, specifico per i bambini con la rara mutazione del gene Piga”.