Un nuovo murales donato alla città, un “segno” tangibile che la Cooperativa Sociale ACTL ha voluto lasciare in occasione dei suoi primi 40 anni di attività.

L’inaugurazione avvenuta ieri – a cui hanno partecipato il presidente di ACTL Sandro Corsi e gli assessori comunali alle politiche sociali e ai lavori pubblici, Cristiano Ceccotti e Benedetta Salvati – è stato solo l’ultimo di una serie di appuntamenti che si sono svolti nel mese di settembre e che hanno visto CoopSociale ACTL festeggiare un percorso iniziato nel 1980 e che continua a guardare al futuro.

Il murales, realizzato in via Lungonera, al termine della passerella di collegamento con corso del Popolo, è carico di significato: alla scritta Terni si sovrappongono disegni che rimandano alla storia e alle principali attività della Cooperativa: i minori, le persone con disabilità, il senso di comunità. Tutti elementi alla base del lavoro svolto ogni giorno con impegno e passione da centinaia di soci lavoratori che si mettono a disposizione del prossimo.

“Oggi celebriamo i 40 anni di ACTL – ha detto l’assessore Ceccotti – che dedica questo spazio alla città grazie a un lavoro corale. Voglio ringraziare tutti coloro che hanno partecipato all’iniziativa rivitalizzando uno spazio che ora rappresenta la vocazione stessa di Terni, ponendo attenzione ai giovani, alle famiglie, ai bambini, alle persone più fragili”.

Il murales è stato realizzato dagli artisti Alessandro Alemanno e Silvano Pezzin di Kantiere Misto, associazione di Oderzo che si dedica a street art ed inclusione e che da tempo collabora con ACTL in jn proficuo scambio di esperienze e professionalità.

“Questo murales – ha detto il presidente di ACTL Sandro Corsi – vuole essere un modo per dire ‘ci siamo’. Si tratta di una delle iniziative che abbiamo proposto per i nostri 40 anni, accanto alla scultura di Marco Cavallo realizzata da Andrea Gandini, che si è occupato anche della creazione di un’altra scultura lignea dedicata a San Valentino; abbiamo promosso una serata molto bella all’anfiteatro, un emozionante concerto di Simone Cristicchi in Valserra, oltre ad aver supportato la realizzazione di un altro murales molto apprezzato lungo i muri delle Acciaierie dedicato a Libero Liberati realizzato nell’ambito del progetto Ternivisione. Oggi voglio ringraziare non solo le istituzioni con cui continuiamo a collaborare proficuamente, ma anche i ragazzi della comunità Torricelli che hanno partecipato alla realizzazione di questo murales e, in generale, tutte le persone che ci accompagnano e che accompagniamo ogni giorno, giorno dopo giorno”.