Un appello a ripristinare la distribuzione dei quotidiani anche nelle edicole del paese è lanciato dal vice sindaco di Lugnano in Teverina Alessandro Dimiziani. “Dopo la soddisfazione per un’estate che nonostante la pandemia ha visto il turismo in grande crescita nel nostro borgo e in tutta la regione – dichiara Dimiziani – arrivano anche notizie che vanno in controtendenza con lo sviluppo del turismo dei piccoli centri, oggi tornato clamorosamente e fortunatamente alla ribalta.

È il caso – spiega infatti – di una giovane imprenditrice lugnanese che qualche giorno fa ha inaugurato la sua attività nel centro storico rilevando una cartolibreria e rivendita giornali. Il problema – spiega il vice sindaco – è però che il distributore dei giornali le impone di recarsi in un altro paese a prendere i quotidiani contrariamente a quanto avvenuto fino a qualche mese fa. Abbiamo creduto giusto come Comune condividere queste sue istanze facendoci portavoce pubblicamente per tutelare le piccole attività del nostro paese.

Abbiamo poi rilevato che anche in altri piccoli borghi dell’Umbria si sta assistendo al medesimo problema. Proprio questa estate – prosegue Dimiziani – abbiamo toccato con mano una realtà forse inaspettata e cioè che nonostante il web abbia sconvolto il mondo editoriale, ancora c’è, specialmente tra i turisti e le fasce di età più alte, la voglia di sfogliare e leggersi il giornale nei bar o in luoghi tranquilli. Ci auguriamo che venga risolto questo problema in tempi brevi”.