Durante il lockdown Auser Terni ha garantito il supporto a distanza a malati e famiglie ed ora, superata l’emergenza, riparte con gli incontri in presenza.

Due gli appuntamenti con l’Alzheimer Cafè programmati in piena estate, che si terranno al Fat del Caos, in via Campofregoso: il primo il 6 agosto, un incontro con il gruppo di auto mutuo aiuto, il secondo il 27 agosto dedicato alla musicoterapia.

Il progetto Alzheimer Cafè, messo a punto dal presidente, Alessandro Rossi e sostenuto dalla Fondazione Carit, si avvale di specialisti del settore: Elena Argenti e Rita Bellanca, psicologhe, e Luca Pelini, geriatra.

“L’Alzheimer Cafè è un luogo dove gli anziani con problemi di demenza degenerativa e i loro parenti possono ritrovarsi in un clima di “normalità”, uniti dal consumare insieme, in uno spazio accogliente, un caffè o una bibita, e interagire con altre persone condividendo esperienze e buone pratiche. Con questo progetto – spiega Rossi – sosteniamo quella parte della nostra società che difficilmente trova spazio”.

Gli incontri in presenza, oltre che sull’auto mutuo aiuto e la musicoterapia, si basano anch sul sostegno psicologico e l’arte terapia.

Per partecipare basta prenotarsi: 0744 496218; numero verde del filo d’argento 800 99 59 88; auser.terni@umbria.cgil.it