“Con la scomparsa di Mino Valeri il giornalismo umbro perde un interprete autentico, un cronista attento, una persona perbene”: lo sottolinea l’ordine regionale

dei giornalisti, secondo cui Valeri “in tanti anni di impegno ha saputo descrivere al meglio il territorio ternano in particolare, non esitando però a spaziare in altri contesti e in altri luoghi anche grazie all’innata capacità di raccontare la realtà, qualità essenziale del cronista”.

“In occasione della riunione del Consiglio del 7 agosto – spiega il presidente dell’Ordine dei giornalisti dell’Umbria,

Roberto Conticelli – valuteremo le modalità di una iniziativa pubblica che valorizzi e commemori l’impegno di Mino nel giornalismo e per il giornalismo, e che allo stesso tempo illustri alle future generazioni di cronisti la figura, il ruolo e la rilevanza professionale di un brillante giornalista come Mino Valeri”.