“Riaprire, ripartire, significa per noi innanzitutto mantenere un forte radicamento nella realtà e nei temi che la contemporaneità ci sottopone, come monito imprescindibile. Il diritto alla salute, ma in senso lato tutti i diritti che in un concetto di condivisione diventano patrimonio comune, che danno significato a ogni singola esistenza nell’esperienza di qualificarci e innalzarci come esseri umani”.

Così Fulvio Di Dio, presidente di Oltre il Visibile, annuncia la ripresa dell’attività dell’associazione amerina dopo lo stop imposto dall’emergenza pandemia.

Grazie alla collaborazione con l’assessorato alla cultura del Comune di Amelia, il 2 luglio si accenderanno gli schermi del Chiostro di San Francesco per la nona edizione dell’arena estiva, nel pieno rispetto dei protocolli dell’emergenza sanitaria.

La programmazione di Oltre il Visibile sarà ricca e diversificata, con titoli di qualità italiani e stranieri. La rassegna Coming Back to Life prevede una selezione dei migliori titoli degli ultimi mesi.

Nel palinsesto, tra luglio e agosto, anche diverse rassegne di Cinema in Giardino, che vedrà l’associazione portare il cinema nei dintorni di Amelia, in arene estive insolite.

Il via il 2 luglio alle 21, con la proiezione del documentario “PJ Harvey – A Dog Called Money” di Seamus Murphy.

Il 3 luglio sarà la volta di “Ritratto della giovane in fiamme” scritto e diretto da Céline Sciamma mentre sabato 4 è in programma la proiezione di “Non ci resta che vincere” di Javier Fesser.

Per prenotare i posti: info@oltreilvisibile.it – whatsapp 329 1244550.