Nonostante l’emergenza covid i volontari di Avis comunale di Amelia “Gianni Gonella” hanno continuato a promuovere il dono del sangue tra alunni e studenti.

Poco prima del lockdown il progetto “AviScuola” ha consentito un incontro in presenza fisica nelle scuole secondarie e poi la situazione ha imposto una nuova modalità ed è stato possibile realizzare una videoconferenza con i bambini delle elementari.

“I più grandi sono stati attenti a seguire le nostre spiegazioni – dicono i volontari – e, partecipando attivamente alla conversazione, hanno fatto tante domande alla dottoressa Iacaroni, presente in rappresentanza del Centro raccolta sangue di Amelia. Siamo fiduciosi che a breve qualche 18enne inizierà a donare. Con i più piccoli ci siamo ritrovati invece ad affrontare l’argomento con una modalità nuova. La distanza fisica non deve però per forza significare distanza sociale: la loro curiosità e le risate ci hanno fatto sentire davvero lì con loro #lontanimavicini, tutti insieme riuniti in una classe virtuale”.

Da Avis Amelia il “grazie alla dirigente scolastica e alle insegnanti coordinatrici che ogni anno consentono di parlare di donazione del sangue nelle scuole, in tante classi di diverso ordine e grado”.