“A febbraio, con la presentazione dell’omaggio poetico a San Valentino, credevamo di averlo isolato il coronavirus. Tra marzo e aprile a Spoleto erano già state programmate settimane intense di convegni, presentazione di libri, riconoscimenti, incontri con le donne per le donne, contro le violenze di genere ed altre importanti iniziative. Con la speranza che ciò fosse di buon auspicio, che il corona virus fosse solo una breve presenza e quindi potesse scomparire al più presto. Ma la realtà è molto più amara”.

Bruno Minelli, presidente di Pro Loco Terni, fa il bilancio delle manifestazioni interrotte a causa della pandemia ed ora è pronto a ripartire.

Dal 3 giugno ha ripreso quel filo interrotto posticipando le date di scadenza al 20 giugno del Bando di Concorso del Premio Letterario Nazionale città di Terni “Logo d’Oro” 2020, alla sua 20° Edizione.

“La raccolta delle opere per la partecipazione al Concorso ha ripreso rapidamente a muoversi, con la certezza di raggiungere l’obiettivo prefissato. Certo, il tempo non è molto, ma cercheremo di essere veloci. Invitiamo tutti coloro che volessero presentare le loro opere ad informarsi telefonando allo 0744428062, sede della Pro Loco Terni, via Premuda, 6 o al 349 4306635 o su Whats App entro il 20 giugno”.

Durante il lockdown Pro Loco Terni, su impulso di una giovane associata, ha messo all’asta opere offerte da pittori e scrittori.

Il ricavato della vendita sarà destinato per acquistare giochi per i bambini ricoverati nel reparto di pediatria dell’ospedale di Terni.