E’ confermato che quest’anno, causa Coronavirus, il 2 giugno non ci sarà ai Fori Imperiali di Roma la tradizionale parata militare in occasione della 74ª festa della Repubblica. Ma ci sarà ugualmente un evento: il ‘Giro d’Italia’ delle Frecce tricolori. Infatti la Pattuglia Acrobatica Nazionale (PAN) effettuerà una serie di sorvoli, toccando tutte le regioni italiane e abbracciando simbolicamente con i fumi tricolori tutta la nazione in segno di unità, solidarietà e di ripresa. A partire dal 25 maggio la PAN decollerà da Rivolto, sede delle Frecce tricolori, e toccherà – nell’arco di cinque giorni – tutti i capoluoghi di regione. Il Giro d’italia delle Frecce tricolori si concluderà simbolicamente il 2 giugno, con il sorvolo di Roma in occasione della Festa della Repubblica, gli aerei porteranno il tricolore sui cieli della Capitale effettuando alcuni passaggi sulla città durante la cerimonia di deposizione di una corona di alloro presso l’Altare della Patria da parte del Presidente della Repubblica. Questo il programma di dettaglio: il 25 maggio Trento, Codogno, Milano, Torino, Aosta; il 26 Genova, Firenze, Perugia, L’Aquila; il 27 Cagliari e Palermo; il 28 Catanzaro, Bari, Potenza, Napoli e Campobasso;  il 29 Loreto, Ancona, Bologna, Venezia e Trieste. Il 2 giugno a Roma. Per quanto rigua il passaggio in Umbria le Frecce Tricolori entreranno a Perugia dalla Toscana per poi attraversare gran parte della nostra regione per raggiungere L’Aquil

CATANIA: FALSI CERTIFICATI DI INVALIDITÀ, ARRESTATI SEI MEDICI