Non è più solo una telefonata per chiedere la consegna della spesa o dei medicinali. Ai tempi del covid-19, quella chiamata al numero di Auser Terni diventa un momento di socializzazione importante per chi vive solo e non ha nessuno con cui scambiare due parole.

“Le persone ormai ci raccontano aneddoti, storie, ricette – dice il presidente, Alessandro Rossi – la chiamata è molto di più di una richiesta della spesa. E’ quella parte che manca in questo momento, i rapporti umani, il sentirsi ancora vivi e utili. Noi vogliamo ampliare questa platea, per cercare di raccogliere altre testimonianze, così quando tutto sarà finito, il Covid 19 non sarà solo un periodo triste”.

Nasce così il progetto di Auser Terni “Grandi storie in piccoli spazi: Testimonianze ai tempi del covid-19”. L’associazione raccoglierà, via mail o al telefono, storie, poesie, ricette, uno spaccato dell’emergenza o ricordi del passato, che diventeranno un libro, una memoria storica di una quotidianità che, grazie a tanti volontari, ha comunque regalato la speranza.

Per partecipare basta scrivere una mail auser.terni@umbria.cgil.it oppure telefonare ai numeri 800 995 988 e 0744 496218.

In due mesi Auser ha svolto più di 200 servizi di consegna della spesa e dei medicinali e servizi di ascolto psicologico e telefonico: “Nel secondo mese siamo in leggera controtendenza rispetto all’inizio dell’emergenza – dice Alessandro Rossi – però ancora la fase critica non è terminata. Crediamo che ancora ci vorrà molto tempo per tornare ad una situazione di semi normalità. Noi comunque ci siamo e ci saremo”.