Domani, 3 maggio, la ricorrenza della festa del patrono di Narni san Giovenale, sarà celebrata in maniera diversa a causa della quarantena. Il vescovo Giuseppe Piemontese, si recherà pellegrino, a nome di tutti i fedeli a Narni nella concattedrale presso la tomba di san Giovenale per fare memoria del santo Patrono, e quale segno di unità spirituale nella preghiera per il popolo sofferente a causa del Coronavirus.

Alle 10.15, il vescovo insieme al sindaco Francesco De Rebotti, compirà la visita al cimitero di Narni per ricordare tutti i morti, specie quelli di questo periodo, che non hanno avuto una cerimonia funebre.

Alle 11,00, nella concattedrale di Narni si terrà la concelebrazione eucaristica nella festa di san Giovenale. Sarà presente il sindaco e una piccola rappresentanza dell’Ente Corsa. A termine, dal sagrato della concattedrale il vescovo impartirà la benedizione sulla città di Narni e sull’intera Diocesi con le reliquie di san Giovenale.