Dare risposte urgenti, in questa fase straordinaria di emergenza sanitaria e socio-economica, ai bisogni degli anziani, dei disabili, delle persone in difficoltà, dei bambini e alle loro famiglie, e contemporaneamente, salvaguardare la continuità retributiva dei lavoratori operanti nei servizi e gli operatori del terzo settore.

E’ l’obiettivo dell’accordo raggiunto, in videoconferenza, fra Anci Umbria, Legacoopsociali Umbria, Federsolidarietà-Confcooperative Umbria, Agci Solidarietà Umbria, Cgil Funzione pubblica, Cisl Federazione lavoratori pubblici e dei servizi, Federazione italiana sindacati addetti servizi commerciali e del turismo – Cisl Umbria, Uil Federazione poteri locali.

“Il protocollo – ha commentato il presidente di Anci Umbria e Sindaco di Narni, Francesco De Rebotti – da un lato tutela le persone più fragili, offre un sostegno concreto alle famiglie e agli utenti”; dall’altro, tutela i lavoratori del terzo settore.