“L’emergenza alimentare legata al coronavirus sta crescendo. Sta coinvolgendo purtroppo molte nuove famiglie, le più fragili, quelle con lavori precari irregolari e ora a casa, senza più reddito né integrazione con risorse pubbliche. Il Governo nazionale e i Comuni hanno deliberato un forte impegno sinergico. L’ impegno di Arciragazzi Amelia c’è ed ora si rafforza”.

Sandro Romildo parla delle nuove attività e di quelle in corso per aiutare chi chiede, e sono sempre di più, di non essere lasciato solo

Il gruppo locale dei Volontari del Banco Alimentare assicura da anni ogni mese l’aiuto a 41 famiglie amerine ma in questo momento serve di più.

Arciragazzi Casa del Sole, oltre a partecipare al coordinamento comunale di protezione civile insieme a Caritas e Cisom per i pacchi alimentari, sta attuando in collaborazione con i Comuni di Amelia e Avigliano Umbro, il progetto “Comunità solidale”.

“Questa settimana abbiamo acquistato 78 buoni spesa da 50 euro: beneficiarie 39 famiglie selezionate dai servizi sociali del Comune di Amelia, altri 42 buoni per Amelia sono in preparazione, il Comune di Avigliano già sta consegnando alle famiglie altri buoni spesa e buoni farmacia. Riconosciamo alla Fondazione Carit di Terni l’impegno straordinario per l’aiuto alle famiglie in difficoltà – dice Romildo. Da due anni finanzia queste azioni di aiuto alle famiglie con i buoni mensa, i buoni spesa alimentare e per i farmaci, in questo momento particolarmente necessari”.