Domani, dalle ore 15, l’area archeologica di Carsulae si trasformerà in quello che era il municipio romano del 168 d.C. al tempo di Marco Aurelio. Un pomeriggio per riscoprire quella parte di storia attraverso la ricostruzione di un piccolo accampamento di legionari, il mercato con i tavoli didattici, che rievocano alcuni momenti di vita romana, e la commedia tratta da “Aulularia o La Pentola d’oro” di Plauto. L’assessorato alla cultura del comune di Terni ricorda l’appuntamento nato dalla collaborazione con l’associazione Ocriculum, il Polo Museale dell’Umbria, le coop ACTL e ALIS, con il contributo della Fondazione CARIT “che – sostengono gli organizzatori – ha come scopo quello di valorizzare e promuovere l’area archeologica di Carsulae legandola idealmente lungo la via Flaminia, all’area archeologica di Ocriculum dove nasce l’idea dell’evento e dove, ogni fine maggio, vengono dedicati tre interi giorni alla rievocazione storica”. L’evento è gratuito.

I visitatori potranno immergersi nella vita dell’antica Roma passando da un piccolo castra legionis (il campo dei legionari romani); attraverso l’emporium (il mercato) con banchi didattici dedicati alla produzione del pane, quella del vino con degustazione di vino in anfora, la pharmacopolia, gli strumenti e la musica antica, fino all’attività teatrale. L’evento è gratuito e l’ingresso all’area archeologica normato dal regolamento di biglietteria (www.carsulae.it). Per maggiori informazioni info@carsulae.it; tel. 0744 334133; http://bit.ly/CarsulaeAD168 ; associazione.ocriculum@gmail.com; tel. 3393078905.