La promessa fatta a luglio è stata mantenuta. Grazie al lavoro di tanti volontari l’area antistante la scuola media Leonardo Da Vinci, nel cuore del centro, è stata sottratta al degrado. In via Lanzi i volontari hanno “vestito” alberi, lampioni e cesti della spazzatura con 200 lavori fatti all’uncinetto e acchiappasogni realizzati da mani che hanno a cuore gli angoli più critici del centro.
Il progetto di Yarn Bombing ha visto in campo l’associazione Bruna Vecchietti di Terni, che ha chiamato a raccolta chiunque abbia a cuore la città per abbellire via Lanzi, frequentata da migliaia di ragazzi, un’area che troppo spesso fa i conti con rifiuti abbandonati in terra e segni tangibili di degrado. “Regalare la bellezza e l’allegria degli acchiappasogni agli studenti della Leonardo da Vinci è un ottimo modo per augurare un proficuo e sereno anno scolastico – dice una delle volontarie impegnate sul campo. Le donne di Terni insegnano la gentilezza, lo spirito di collaborazione, la creatività del riciclo”.
L’allestimento è stato preceduto da una gara di solidarietà che ha visto impegnati altri volontari, che hanno portato la terra per le aiuole e le piante. La onlus si è fatta carico delle potature degli alberi e della sistemazione delle aree verdi, ripulite da vetro, cicche e cannucce e poi, sia intorno ai tronchi che ai lampioni, ha sistemato i lavori fatti all’uncinetto da altre volontarie. Sferruzzatrici impegnate per vestire di colori alberi e lampade e realizzare gli acchiappasogni. “Grazie a tutti i volontari che hanno “faticato” per dare un aspetto gradevole al luogo, ai volontari di Mi Rifiuto, ai residenti, ai commercianti della zona che hanno contribuito alla realizzazione, al personale tutto della scuola, al personale Asm Terni per la collaborazione data – dice Anna Vecchietti. Un grazie di cuore a tutti. Siamo soddisfatti del lavoro svolto e speranzosi che duri nel
tempo”.