E’ stato il miglioramento e la valorizzazione di Porta della Pietra il tema dello stage che gli studenti del Cfa francese di Reims hanno tenuto a Narni, nell’ambito degli annuali scambi culturali e dell’alternanza scuola-lavoro con il comune narnese. Gli universitari hanno operato, insieme alla Scuole Edile di Terni e all’amministrazione comunale, lungo il percorso che dalla rupe di Narni scende fino alla Tiberina nelle vicinanze del fiume e degli ingressi alle Gole del Nera.

I ragazzi, spiega il Comune di Narni, hanno operato per il recupero e la riqualificazione delle mura lungo il sentiero ciclopedonale ed hanno contribuito ad una maggiore valorizzazione del bene storico-artistico recentemente restaurato insieme al percorso che scende alle Gole.

Il progetto di recupero dell’antica Porta della Pietra è stato finanziato con fondi Gal e si inserisce in un quadro programmatico di recupero dei sentieri e di mappatura degli stessi, con particolare riguardo a quelli che coinvolgono anche il patrimonio storico culturale, previsto dall’amministrazione comunale per la valorizzazione paesaggistica, ambientale, culturale e turistica.

Porta della Pietra era uno dei più antichi ingressi alla città, su di esso si stanno concentrando anche le attenzioni di numerosi studiosi per approfondire la storia, il significato e l’importanza di un porta in quella parte di centro storico, appena sopra un grande via di comunicazione.