L’ospedale di Città di Castello si dota di un nuovo acceleratore lineare di ultima generazione per il quale è stato compiuto un investimento di due milioni e 200 mila euro. Inaugurato alla presenza della presidente della Regione Catiuscia Marini, garantirà prestazioni di “alto livello” in termini di qualità e produttività e consentirà di migliorare la precisione dell’erogazione della terapia con conseguente riduzione della tossicità acuta e a lungo termine.

Acquisito anche un sistema informativo completo per la gestione informatizzata di tutto il processo radioterapico.

“Questa ulteriore innovazione tecnologica, a servizio del territorio – ha detto l’assessore regionale alla Sanità Luca Barberini – potenzia il settore delle terapie contro i tumori ed è la testimonianza di una sanità umbra che non si ferma mai, migliora, offre prestazioni di qualità e raggiunge risultati importanti, grazie a un grande lavoro di squadra tra istituzioni, operatori sanitari e realtà associative”.