Un nuovo sequenziatore di Dna di ultima generazione, apparecchiatura utile per la diagnosi e per individuare la terapia farmacologica nei pazienti oncologici, è stato donato dall’Aucc e Avoncol al laboratorio di Biologia molecolare della Struttura complessa di oncologia medica dell’ospedale di Perugia.

La cerimonia di consegna si è svolta nella sala Montalcini del Creo, presenti il direttore del reparto Fausto Roila, la direttrice del laboratorio di biologia molecolare Vienna Ludovini, i rappresentanti delle due associazioni di volontariato e il direttore generale dell’Azienda ospedaliera Emilio Duca.

Nel corso dell’incontro – del quale riferisce l’ufficio stampa del Santa Maria della Misericordia – è stato annunciato che Avoncol, fondata nel 2010 confluisce in Aucc. “Portando in dote 42 mila euro – ha spiegato il suo presidente prof. Carlo Porcellati -, somma utile per l’acquisto del nuovo sequenziatore”.