Sono 110 le coppie provenienti da tutta Italia che – ieri mattina – si sono ritrovate davanti alla tomba di San Valentino, a Terni, per la tradizionale Festa della promessa, una celebrazione dedicata ai fidanzati che entro l’anno diranno il proprio ‘sì’ sull’altare. Reggio Calabria, Reggio Emilia, L’Aquila, Napoli, Pescara, Torino, Rieti, Roma, Viterbo, Perugia e Verona le città di origine delle coppie, alcune delle quali giunte anche da Puglia, Campania e Toscana.

I fidanzati hanno fatto ingresso in processione nella basilica in cui sono conservate le reliquie del patrono di Terni e degli innamorati. In chiesa si è svolta poi la messa presieduta dal vescovo Giuseppe Piemontese.

“Oggi – ha detto nella sua omelia – celebriamo la festa degli innamorati, festa di coloro che stanno per ‘compromettersi’ in un progetto di vita, definitivo, totale, senza riserve, per sempre”. “Davanti alla tomba di san Valentino – ha continuato Mons. Piemontese rivolgendosi direttamente alle coppie – la vostra storia oggi acquista profumo di primavera, chiarezza di motivazioni, orientamento definito, ricchezza di grazia, garanzia di riuscita, promessa di accompagnamento. Ma è anche San Valentino, speciale patrono dei giovani innamorati, che vi rinnova la sua promessa di assistervi e di accompagnarvi in quest’ultimo tratto di strada”.