Rilanciare il gemellaggio tra Terni e Saint Ouen e, più in generale con la Francia, grazie a mostre ed eventi in contemporanea ed a una doppia residenza artistica: è l’obiettivo della prima edizione del festival internazionale indipendente di arte contemporanea GemellArte, presentato alla presenza, oltre che dell’amministrazione comunale ternana, anche di Tiziana Zumbo Vital, assessore al patrimionio della città francese.

La missione degli organizzatori è “creare un ponte fra le città italiane e straniere già gemellate, favorendo lo scambio culturale, la condivisione dell’arte e dei rispettivi patrimoni con la ricerca e la promozione di nuovi talenti”.

Tra i principali eventi programmati, ci sarà una residenza artistica ospitata in contemporanea dal Caos – Centro arti opificio Siri e dalla Galerie Mariton (dall’8 al 16 maggio), che coinvolgerà un artista italiano e uno francese selezionati dalle commissioni di valutazione incaricate nel Paese ospitante, attraverso una call aperta ai talenti dei rispettivi territori nelle categorie pittura, scultura, fotografia, street art, video, installazione e performance.

E’ possibile partecipare al bando per la residenza artistica fino al 10 febbraio. Punto di arrivo del progetto sarà il weekend dal 17 al 19 maggio, in cui le due città saranno unite attraverso l’esposizione delle opere create e un variegato programma di eventi in contemporanea.

Il festival GemellArte è un progetto creato dalla casa editrice Gn Media e patrocinato, tra gli altri, dall’ Ambasciata francese in Italia e dalla Regione Umbria