L’ospedale di Terni sviluppa una collaborazione sempre più stretta con la Cina nel campo della lotta ai tumori gastrici: è infatti arrivata in città una delegazione dell’Università di Fuzhou, di cui fa parte il professor Chang-Ming Huang, considerato uno dei massimi esperti mondiali del settore.

Lo stesso luminare eseguirà al Santa Maria, insieme al direttore di Chirurgia digestiva, Amilcare Parisi, due interventi di chirurgia robotica mininvasiva che saranno proiettati in diretta mondiale nell’ambito del 29/o congresso internazionale di chirurgia dell’apparato digerente, in programma a Roma.

Oggi Huang, insieme ai professori Chaohui Zheng e Qiyue Chen, è stato ricevuto in Comune dal sindaco di Terni, Leonardo Latini, nel corso di una cerimonia alla quale hanno preso parte, oltre al dottor Parisi, anche il direttore di Oncologia medica, Sergio Bracarda, e il direttore generale del Santa Maria, Sandro Fratini.

“L’ospedale di Terni, grazie al dottor Parisi – ha detto il sindaco Latini – sta diventando un centro di eccellenza nell’ambito delle patologie dell’apparato gastrico. Un elemento che dimostra che il nostro ospedale ha una valenza strategica che è ben più vasta dei confini cittadini. Una rilevanza che l’amministrazione intende promuovere e supportare in tutte le sedi istituzionali”.

Come ha spiegato Parisi, la collaborazione con il professor Huang – che ogni anno esegue oltre 1.100 gastrectomie per via mini invasiva – è nata tre anni fa e, oltre alla pubblicazione di numerosi articoli a doppia firma su riviste mediche internazionali, ha già portato a Terni, per un mese, un collaboratore del luminare. “Ora – ha spiegato il direttore della Chirurgia digestiva – avrò l’onore di operare direttamente con il professor Huang, con il quale venerdì commenteremo poi altri interventi che verranno eseguiti nei centri di tutto il mondo”.

Nelle prossime settimane è inoltre previsto l’arrivo al Santa Maria di altri due ricercatori cinesi che svolgeranno per sei mesi attività di studio sempre nel campo dei tumori dello stomaco. “Grazie a queste iniziative l’ospedale Santa Maria si confronta con il mondo ed è al passo con i tempi” ha commentato il direttore sanitario Fratini. Sottolineando che “l’obiettivo è allargare le collaborazioni a tanti altri professionisti dell’azienda”.