L’amministrazione comunale ternana ha celebrato questa mattina la Giornata degli alberi all’Istituto comprensivo G.Marconi, in presenza del sindaco Leonardo Latini e degli assessori all’ambiente Benedetta Salvati, alla scuola Valeria Alessandrini e al decoro urbano Enrico Melasecche, insieme a Legambiente e alla Fondazione Carit.

Per l’occasione gli studenti della Marconi hanno dato vita ad un’esibizione canora e musicale che ha ricordato il centenario della Grande Guerra.

“E’ una giornata importante – ha detto il sindaco Latini parlando agli studenti – che inizia ora e finisce nel 2023, come il progetto Terni Verde, proposto dalla nostra amministrazione. Da oggi intendiamo gettare i primi semi per consegnarvi un mondo migliore. Piantumeremo tanti alberi anche grazie a risorse private e ai tanti cittadini che hanno risposto all’avviso pubblico Regala un albero alla tua città attraverso il quale – ha ricordato – è possibile donare un albero e poterlo dedicare a persone care o ad eventi particolari della vita, ma soprattutto si può contribuire a rendere Terni più verde e meno inquinata”.

Quella di oggi è la prima delle iniziative di piantumazione che vedranno messi a dimora circa 170 alberi entro dicembre. “Partirà poi un secondo step a gennaio quando saranno piantati altri 130 alberi fino a raggiungere – hanno specificato i tecnici – entro due anni, il numero di 2000 nuovi alberi in città”.

“Oggi si festeggiano gli alberi, che dobbiamo considerare come degli amici – ha spiegato l’assessore all’ambiente Salvati agli studenti – per tre ragioni: la prima riguarda l’importante funzione ambientale che gli alberi svolgono legata al processo di fotosintesi clorofilliana, la seconda è connessa alla capacità degli alberi di evitare, grazie alle loro radici, gravi dissesti idrogeologici; la terza è di ordine ambientale in quanto gli alberi sono in grado di filtrare l’aria e le polveri sottili in essa presenti, attraverso il loro stesso metabolismo”. “Con la nostra giunta – ha concluso – vogliamo fare un record ovvero piantare il più alto numero di piante possibile in città grazie al progetto Terni-verde 2018-2023 proposto insieme all’assessore Melasecche”.

La manifestazione si è conclusa con la visita al terreno dove saranno piantati gli altri alberi e con la partecipata e festosa messa a dimora dei primi ciliegi da fiore giapponesi.