E’ stato presentato ieri, nella sala Pirro di Palazzo Carrara, “Ternifalls festival: itinerari del Grand Tour. Mary Shelley e Frankenstein 200 anni dopo” che si svolgerà da venerdì 16 a domenica 18 novembre prossimi tra Terni, Narni e Marmore. Un ricco calendario di iniziative per celebrare l’anno in cui ricorre il bicentenario dalla pubblicazione di Frankenstein e del passaggio di Mary Shelley e del marito Percy alla Cascata delle Marmore, documentato in una lettera scritta dall’autrice del celebre romanzo gotico. Un binomio perfetto per l’associazione “Il porto di Narni- approdo d’Europa”, organizzatrice della manifestazione culturale che intende mettere in luce “le grandi potenzialità di sviluppo del territorio attraverso il riferimento ai grandi viaggiatori che già nell’800 venivano in Umbria principalmente attratti dalla Cascata delle Marmore”. “Mary Shelley – ricorda Christian Armadori, presidente dell’associazione – era talmente innamorata della Cascata che nonostante avvenimenti avversi, volle ritornare anche una seconda volta a visitarla”.

Il vicesindaco di Terni, Andrea Giuli, intervenuto in conferenza stampa, ha dichiarato di essere felicemente sorpreso e contento della sintonia che trova con gli organizzatori di Ternifalls festival in quanto capace di esprimere concretamente il concetto proposto dall’amministrazione: “La proposta di associare cultura, natura, arte – ha detto l’assessore Giuli – rappresenta un’operazione di marketing territoriale dove gli elementi sono tutti facce della stessa medaglia che punta a valorizzare il territorio cercando di fare rete. Nell’800 – ha ricordato l’assessore – la Cascata delle Marmore è stata un luogo di approdo, un attrattore, un luogo di creazione e di storia. Il programma proposto è ricco, suggestivo, magico, romantico con iniziative originali”.

Si parte venerdì 16 novembre alle ore 15.30 con la conferenza al circolo Il Drago su “Mary Shelley: da Frankenstein alla struttura dell’Italia” ed una performance degli studenti del Liceo Angeloni di Terni; alle ore 18 al Mishima (via del Tribunale, 9) è previsto l’incontro di filosofia e psicologia in dialogo con letture dei testi di Mary e Shelley. Il giorno successivo è la volta della tappa narnese che propone la passeggiata guidata con gli occhi di Mary e Percy Shelley, la visita al museo Eroli accompagnata dalla conferenza sulle opere poetiche di Shelley, fino all’evento serale che si sposta di nuovo a Terni, dove a Palazzo Gazzoli ci sarà un concerto. Infine il 18 novembre, la tappa della Cascata delle Marmore alle ore 11.30 con la performance dinamica teatrale e multisensoriale su “Frankenstein: Io sono il mio doppio” mentre alle 16 si torna in città con la passeggiata per Terni con gli occhi di Mary e Percy Shelley.