Un calendario ricco di eventi volti a sensibilizzare la popolazione, a favorire una riflessione critica sul tema della salute mentale, guardando al futuro.

Stiamo parlando di #terni180: 40 anni dalla Legge Basaglia…proseguiamo insieme, iniziativa promossa e realizzata, dalle Cooperative Sociali Actl, Casaligha, Cipss, Helios, La Speranza, Il Quadrifoglio, Tabor, dal Dipartimento di Salute Mentale – Usl Umbria 2, dall’ Associazione Famigliari Unasam, dalla Polisportiva Sociale Baraonda e dal Cesvol di Terni.

L’occasione con cui la cooperazione sociale del territorio, insieme all’associazionismo e alle istituzioni, ha intenzione di celebrare i 40 anni della Legge 180 e di fare il punto sullo stato attuale dei Servizi legati alla salute mentale, tra criticità e nuove prospettive.

L’evento è stato presentato stamane, presso la residenza municipale ternana di Palazzo Spada.

Questa legge rappresenta il risultato di una lunga rivoluzione medica, culturale e politica che decretò la chiusura dei manicomi e restituì dignità e libertà ai malati psichiatrici, fino ad allora privati di ogni diritto, con l’istituzione di nuovi servizi di cura psichiatrica territoriale. Questo cambiamento si ebbe grazie al lavoro di Franco Basaglia, psichiatra e neurologo, fondatore della moderna concezione di salute mentale. Basaglia tentò di scalzare la rigida impostazione manicomiale vigente, con un nuovo approccio che metteva la “malattia tra parentesi” e il paziente, come persona, al centro dell’attenzione.

A seguito della Legge, In diverse regioni e città italiane, si assiste ad un processo di deistituzionalizzazione, grazie anche al contributo dei Servizi territoriali, e alla nascita delle prime Cooperative Sociali.

Dopo 40 anni, questa data rappresenta una ricorrenza che, oltre la “celebrazione” di una legge “rivoluzionaria”, è occasione di riflessione sulla assistenza psichiatrica nel nostro Paese e nel nostro territorio.

Dal 28 Settembre al 15 Novembre #terni180, propone eventi pensati per target diversificati: convegni, workshop, laboratori artistici, mostre fotografiche, teatro, poesia, musica live…per raccontare il cambiamento nell’approccio alla salute mentale, il ruolo di Istituzioni, Cooperative Sociali e Associazioni, che saranno protagonisti della manifestazione accanto a coloro che, prima del 1978, non avrebbero potuto partecipare.

Domani il primo appuntamento, con l’inaugurazione della mostra Confine1-Storia di luci e di ombre, del fotografo Fabrizio Borelli, che arriva a Terni dopo l’allestimento al Maxxi di Roma: alle 11, presso la sala del Consiglio di Palazzo Spada, è prevista la presentazione del libro collegato alla mostra mentre alle 17,30 Palazzo Primavera ci sarà l’inaugurazione della mostra che sarà visitabile fino al 31 ottobre.