In Umbria si stima che circa l’82% della popolazione fra 15 e 64 anni abbia consumato alcol nell’ultimo anno, l’89% nei giovani tra i 15 e i 34 anni, mentre tra gli studenti di 14-19 anni è di circa l’80%.

A fornire i dati è stato l’assessore regionale alla Salute Luca Barberini che a Gualdo Tadino ha sostenuto la campagna #iononmelabevo, lanciata dal Comune e da altri soggetti, in occasione dei Giochi de le Porte 2018.

Si tratta di un’azione di sensibilizzazione contro l’uso di alcool, rivolta ai minori, che verrà attuata attraverso la distribuzione di 2 mila braccialetti nelle scuole della città.

“L’alcol rappresenta il terzo fattore di rischio evitabile per mortalità precoce e disabilità, dopo fumo e ipertensione” ha detto Barberini. “Costituisce inoltre – ha aggiunto – il principale fattore di mortalità prematura tra i giovani fino ai 24 anni, in quanto è spesso determinante negli incidenti stradali”.