La direzione dell’Azienda ospedaliera Santa Maria di Terni e il presidente UNMIL Terni Gianfranco Colasanti, che collabora con la direzione stessa per quanto attiene ai temi dell’accoglienza e accessibilità, della mobilità e viabilità e della sicurezza, invitano tutte le persone che frequentano l’ospedale, cittadini e dipendenti, ad adottare un comportamento civile che contempla il rispetto dei diritti comuni, con particolare riferimento alle persone con disabilità,  e all’osservanza di quelle che sono anche regole del Codice della Strada. Negli ultimi tre mesi sono stati fatti dei lavori per migliorare l’accessibilità all’ospedale con parcheggi e percorsi pedonali protetti per tutelare le fasce più deboli, dalle persone con disabilità alle donne in stato di gravidanza o con neonati a bordo che richiedono movimenti ed operazioni più faticose per i trasferimenti. Lavori che ormai da alcuni giorni sono terminati con apposita segnaletica evidente ed inequivocabileMa purtroppo ancora troppe persone per la propria comodità parcheggiano auto e ciclomotori impropriamente, occupando  i posti gialli riservati ai disabili, così come i posti rosa che per sensibilità e civiltà sono stati dedicati alle donne in gravidanza, e addirittura posteggiando scooter o biciclette sulle corsie pedonali riservate alle persone con difficoltà motorie e in carrozzella, ostacolandone l’accesso.  Si ricorda che a poche decine di metri dalla portineria centrale del corpo ospedaliero ci sono i parcheggi per i ciclomotori, recentemente ampliati di altri 29 posti, e rastrelliere per la biciclette con più di 15 posti bici nei pressi del Poliambulatorio.