Per troppo anni abbiamo visto una città diventata disadorna, – afferma l’assessore al decoro urbano  Enrico Melasecche in una nota stampa -  spesso lercia, fontane spente, cestini ripieni di immondizia, rifiuti ovunque. Abbiamo molto spesso richiamato chi governava ad un  minimo di attenzione su una immagine di Terni che vogliamo torni ad essere pulita, accogliente,  gradevole, per noi e per chi viene a visitarla.
TERNI DEVE TORNARE AD ESSERE ATTRATTIVA
Quale assessore anche all’Arredo e al Decoro urbano, in collaborazione con l’Assessore al Verde e all’Ambiente Benedetta Salvati, – prosegue Melasecche -  oltre ai grandi problemi da affrontare, riteniamo che anche le  piccole cose vadano curate per fare in modo che il biglietto da visita della città, costituito dal  centro, torni a dare l’immagine che aveva venti anni fa in cui anche dalla province vicine molti  erano coloro che venivano da noi per rifarsi gli occhi. Affronteremo ovviamente anche il tema delle periferie ma intanto il cuore di Terni deve tornare a pulsare.
PIAZZA EUROPA, LA PIAZZA ISTITUZIONALE SOTTO PALAZO SPADA, FIORITA E CON LA FONTANA IN ATTIVITÀ.
Cominciamo dalle piccole cose per aggredire poi i grandi problemi. Mai più le fioriere di Piazza  Europa dovranno essere vuote, piene di cartacce e cicche. Certo ci dispiace vedere che la  Fontana appena riaperta è già piena di bottiglie di plastica e cartacce. Ma noi insistiamo tenacemente.  Isoliamo quei pochi incivili che sono fra noi ed aiutiamoci a ritrovare l’ #orgoglioditerni