Con l’apertura straordinaria domenicale prevista per il 15 luglio al punto di raccolta dell’ospedale di Narni, si conclude la sperimentazione avviata a marzo in vari punti di raccolta e centri trasfusionali dell’Umbria dove, per tre domeniche, oltre a donatori volontari, si sono avvicinati al dono del sangue anche donatori occasionali.

“Queste aperture sono state fortemente volute dalla nostra associazione – ha detto il presidente di Avis Narni Massimo Rossi – in accordo con Avis regionale e azienda Usl che ha fatto si che il punto di raccolta restasse aperto in un giorno festivo”.

Avis Narni ha al suo attivo poco più di 600 donatori periodici e volontari che donano quasi tutti sistematicamente e periodicamente.