Al via uno studio sulle mummie conservate nel museo di Ferentillo. Fino al 24 giugno prossimo, un team di 10 antropologi e paleopatologi sarà impegnato a studiare e catalogare le 34 ‘umane’ e i circa 300 individui, rappresentati da varie ossa, conservati nel sito.

Il progetto, diretto dall’Università lituana di Vilnius, comprende un’equipe di scienziati forensi e patologi delle Università di Cranfield, nel Regno Unito, della spagnola Complutense di Madrid e dell’Istituto di Medicina Legale delle Isole Baleari di Palma di Maiorca, svolto sotto l’alta sorveglianza della Soprintendenza di Archeologia, Belle Arti e Paesaggio dell’Umbria. Verranno realizzati uno studio multidisciplinare commissionato dalla curia spoletina – già avviato negli scorsi anni attraverso una documentazione dei corpi mummificati – una ricerca storico-archivistica, e anche l’analisi chimica del suolo.