Al via, all’ospedale di Terni, il primo masteruniversitario di secondo livello in uroginecologia. Nato dalla collaborazione tra il dipartimento di Scienze chirurgiche e biomediche dell’Università di Perugia con gli atenei di Firenze, Verona e della spagnola Laguna, e diretto dalla professoressa Elisabetta Costantini, si svolgerà presso il centro di formazione dell’azienda ospedaliera e prevede cinque sessioni settimanali nei prossimi mesi. Il primo appuntamento è dal 28 maggio al primo giugno.

“Il master, che si tiene per la prima volta all’ospedale di Terni, è alla sua sesta edizione – spiega la professoressa Costantini, direttore della clinica Urologica ad indirizzo andrologico e uroginecologico all’ospedale di Terni – e conta quest’anno ben sette iscritti. Si tratta di ginecologi e urologi che vogliono approfondire questo settore ultraspecialistico, oggi di grande e crescente interesse, con particolare riferimento a tutte le più avanzate tecniche chirurgiche disponibili che utilizzano interventi per via vaginale, con e senza uso di reti, e tecniche videolaparoscopiche e robotiche. Ospiti d’onore della prima giornata saranno la pluripremiata professoressa Linda Cardozo, uroginecologa al King’ s College Hospital di Londra con cui collaboro da tempo, ed i professori Porena e Nicita, che sono stati i primi a bandire, insieme a me, nel 2003, questo master”.

Presenti anche i professori rappresentanti delle Università di Verona e di Firenze, il professor Bacci, direttore del dipartimento di Scienze chirurgiche e biomediche dell’Università di Perugia (uno dei docenti del master) e il direttore generale dell’azienda ospedaliera di Terni, Maurizio Dal Maso.