Un utilizzo consapevole della risorsa acqua parte dalla sensibilizzazione delle giovani generazioni ed è per questo che la Settimana nazionale della Bonifica, promossa dal Consorzio di Bonifica Tevere-Nera, ha coinvolto anche quest’anno le scuole elementari e dell’infanzia del territorio ternano nell’ambito del progetto “Sorella Acqua”. E’ stato il fiume Nera e il suo habitat il tema scelto per l’edizione 2018 e che ha impegnato i giovani studenti nell’elaborazione di schede, grafici e disegni sul fiume e il suo ambiente. I lavori delle scuole saranno premiati oggi pomeriggio nel corso dell’iniziativa organizzata al museo diocesano dal Consorzio Tevere-Nera.

Il presidente, Massimo Manni, ha illustrato stamattina il programma della Settimana della Bonifica che si svolgerà in provincia di Terni da oggi al 27 maggio in concomitanza con le iniziative in tutta Italia. Nel corso della presentazione Manni ha colto l’occasione per ricordare i progetti varati dal Consorzio e riguardanti da un lato gli interventi ordinari e straordinari di bonifica, per mantenere un adeguato livello di sicurezza, dall’altro quelli per agevolare lo sviluppo di un’irrigazione e di un’agricoltura di qualità per sostenere in maniera innovativa la crescita del settore agricolo.

“La prevenzione – ha spiegato il presidente – costa un quinto rispetto a quanto si spende affrontando l’emergenza ed è un investimento in termini di sicurezza e di sviluppo economico”. Manni ha anche fornito i dati sugli investimenti sottolineando che il Consorzio ha impegnato, fra il 2017 e il 2018, 5 milioni di euro per bonifiche ordinarie e interventi straordinari e che sta sviluppando progetti per circa 30 milioni relativi all’asta del Nera fra Terni e Narni, e numerose altre aree del territorio provinciale, che saranno importanti, al pari degli altri progetti, anche sotto l’aspetto economico ed occupazionale.

Sempre il presidente ha poi parlato della nuova mission del Consorzio con la previsione di ingenti investimenti finalizzati allo sviluppo dell’irrigazione di qualità. “E’ un settore che diventerà rapidamente strategico – ha spiegato – perché significa utilizzare nei terreni agricoli quantità di acqua specifiche e limitate al necessario. Si tratta di una rivoluzione culturale, oltre che economica, sostenuta da importanti ed innovativi interventi tecnologici che cambieranno il modo di fare agricoltura, riducendo i costi e alimentando una crescita sensibile del settore. Di questo – ha preannunciato sempre il presidente Manni – parleremo anche mercoledì prossimo alle 16 in un convegno ad Alviano dal titolo “Irrigazione: Agricoltura di qualità”, incentrato proprio su questi temi”.

La Settimana nazionale della Bonifica – Lo slogan di quest’anno “Politiche dell’acqua, motore di vita ed investimento per l’economia. i consorzi di bonifica protagonisti per lo sviluppo dei territori”, riflette l’impegno dei Consorzi di bonifica per promuovere le potenzialità produttive ed occupazionali di investimenti infrastrutturali nella gestione delle risorse idriche. Durante la Settimana proprio i Consorzi apriranno le porte al territorio con centinaia di iniziative a livello nazionale riguardanti visite guidate, concorsi scolastici, contest artistici, convegni, manifestazioni sportive, passeggiate, percorsi in bicicletta, concerti e molto altro.