L’ospedale Santa Maria di Terni, si affaccia sullo scenario nazionale anche per la chirurgia andrologica. La Società italiana di andrologia, ha infatti individuato nella Clinica urologica a indirizzo andrologico e uroginecologico una delle sedi nazionali per lo svolgimento del corso Nasa (National Academy of Surgical Andrology), che si è svolto il 26 e il 27 aprile, offrendo ai corsisti una vera e propria full immersion nell’ambito della chirurgia andrologica e ricostruttiva. Insieme alla professoressa Elisabetta Costantini, direttrice della Clinica urologica a indirizzo andrologico e uroginecologico integrata al polo urologico dell’ospedale di Terni, ha operato come tutor designato dalla Sia il dottor Alessandro Zucchi, esperto riconosciuto a livello nazionale, e non solo, in questo settore. Nel corso della due giorni sono stati eseguiti per la prima volta interventi di alta specialità quali il posizionamento di protesi peniene per disfunzione erettile e chirurgia ricostruttiva peniena per malattia di La Peyronie utilizzando la mucosa buccale o il derma bovino. Il corso Nasa – spiega una nota dello stesso ospedale – si articola in cinque incontri monotematici che hanno carattere professionalizzante in ambito di andrologia chirurgica e ricostruttiva e che coinvolgono un totale di 70 giovani andrologi ed urologi in 29 sedi ospitanti di cui 27 sul territorio nazionale e due sedi estere.