Un’edizione più ambiziosa rispetto alla numero zero dello scorso anno, rimodellata, perfezionata e articolata negli spazi, per un cartellone che proporrà 32 eventi, tra gratuiti e a pagamento, 13 band e circa 100 artisti in scena: torna a Terni Umbria Jazz Spring, in programma dal 27 aprile al primo maggio in diverse location, tra cui quella suggestiva della cascata delle Marmore.

Due le produzioni originali: la prima frutto di una sinergia tra Umbria Jazz e gli Amici della Musica di Perugia, dal titolo Two Islands, una nuova collaborazione tra Paolo Fresu e l’Orchestra da camera di Perugia, in calendario nella giornata inaugurale della manifestazione, alle 21, nella chiesa di San Francesco.

Il secondo è invece un progetto che Umbria Jazz ha affidato a Gil Goldstein, storico braccio destro di Gil Evans. Orchestratore e arrangiatore di talento, Goldstein ha messo a punto una versione in jazz delle canzoni dei Beatles che, domenica 29 e lunedì 30 alle 16 al Cmm, realizzerà con la Umbria Jazz Orchestra.