Nasce, alla Comunità Incontro di Amelia, un giardino terapeutico per promuovere e migliorare la salute sia fisica e mentale degli ospiti della struttura attraverso il contatto diretto con la natura.

I ragazzi – spiega una nota della Comunità – avranno la possibilità di “trovare o ritrovare la fiducia nelle proprie capacità, di far vivere, crescere e curare un essere vivente, di sviluppare un metodo di lavoro, che consentirà loro di raggiungere un obiettivo, rappresentato dalla crescita della pianta”.

Dopo aver messo a dimora due o tre arbusti malati,  se ne prenderanno personalmente cura fino alla loro rifioritura. Con l’assistenza di personale qualificato, avranno inoltre la possibilità di apprendere un mestiere, quello di giardiniere, che potranno poi esercitare come professione una volta completato il percorso in Comunità.

Il progetto del giardino terapeutico è stato voluto dal responsabile di struttura della Comunità Incontro, Giampaolo Nicolasi.