Dal prossimo mese di giugno, chi vive in Umbria avrà, oltre a quella anagrafica, anche una “carta d’identità della salute”, che conterrà tutte le sue informazioni sanitarie immediatamente disponibili per medici di base e specialisti in caso di necessità. Succederà grazie all’introduzione del Fascicolo sanitario elettronico. “Proviamo – ha annunciato all’Ansa l’assessore Luca Barberini – a ricostruire e a tenere a memoria la salute e le prestazioni alle quali si è sottoposto ogni cittadino. “Si tratta – ha aggiunto – di una sorta di carta d’identità della salute, che raccoglie la storia clinica e sanitaria di una persona, consentendo ai professionisti della sanità un accesso immediato ai dati e un confronto diretto e veloce tra medici di famiglia, medici della continuità assistenziale e specialisti per velocizzare e migliorare l’assistenza”.