Nella serata di Venerdi, l’urna con le reliquie di San Valentino era stata tasferita dalla Basilica, sua sede naturale, alla Cattedrale Di Terni dove si è poi svolto – il giorno successivo – il solenne pontificale celebrato dal Vescovo Giuseppe Piemontese. Una lunga processione ha attraversato le vie della città. Partita dalla Basilica di San Valentino, la processione si è snodata lungo viale Turati e Corso del Popolo per poi raggiungere il Duomo da via del vescovado. In testa alla processione, alla quale hanno partecipato alcune centinaia di cittadini, c’erano il vescovo ed il Sindaco di Terni, Leopoldo Di Girolamo.

Ad accompagnare la traslazione delle reliquie anche la fiaccolata ‘Il dono + grande’, partita dal sagrato della basilica, c’erano i giovani dei gruppi parrocchiali della diocesi, i rappresentanti dei movimenti e delle associazioni giovanili. Ieri, al termine della celebrazione in Cattedrale, l’urna del Santo Patrono di Terni è stata ricondotta di nuovo presso la Basilica a lui intitolata.