Ci sarà il tema delle urgenze neurologiche, che secondo i dati epidemiologici in Italia riguardano più del 30% delle chiamate in pronto soccorso e circa il 10% degli accessi, al centro di un evento formativo nazionale rivolto al personale medico e sanitario in programma, domani, sabato 20 gennaio, nell’aula magna della sede di Terni della Scuola di Medicina e chirurgia Università di Perugia. Ad organizzarlo è l’Associazione neurologia emergenza-urgenza, con la collaborazione dell’azienda ospedaliera Santa Maria.

“Si parlerà di ictus cerebrale ischemico emorragico, urgenze midollari, traumi cranici e altre urgenze neurologiche molto frequenti in pronto soccorso – spiega Carlo Colosimo, direttore della struttura complessa di Neurologia e Stroke unit del Santa Maria – per le quali il corretto e tempestivo approccio clinico nelle primissime ore dall’ insorgenza è determinante per la vita dei pazienti e per la qualità della loro vita, in quanto si tratta di patologie per lo più acute che possono avere esiti particolarmente invalidanti”.

All’evento parteciperanno relatori provenienti da tutta Italia (Pavia, Grosseto, Genova, Firenze, Roma, Milano) e dell’Umbria (Perugia, Città di Castello, Foligno) oltre a numerosi professionisti dell’azienda ospedaliera di Terni, compresi i componenti del Comitato scientifico dell’evento: Carlo Colosimo, Sandro Carletti, Giorgio Parisi, Stefano Coaccioli ed Enrica Moschini.