A nove mesi dallo loro canonizzazione, avvenuta il 13 maggio scorso, arrivano nella diocesi di Terni le reliquie dei santi Francisco e Giacinta Marto, i piccoli veggenti di Fatima. Tra domani e il 18 gennaio, in occasione delle celebrazioni commemorative del venerabile Giunio Tinarelli, a 62 anni dalla sua morte, le reliquie saranno portate in pellegrinaggio in vari luoghi di cura e case di riposo e in carcere, in un cammino di preghiera e spiritualità che avrà il suo culmine domenica, alle 16.30, nella cattedrale di Terni, con la solenne celebrazione presieduta dal vescovo Giuseppe Piemontese.

L’evento, promosso dalla diocesi, dall’Unitalsi, dal centro Volontari della sofferenza e dall’ufficio per la pastorale della Salute, rinnova la devozione alla Madonna, che ha avuto un ruolo privilegiato nella spiritualità di Giunio Tinarelli, morto a 44 anni, di cui venti trascorsi nell’immobilità.

Il pellegrinaggio avrà inizio domani alle 10 nella casa circondariale e proseguirà alle 15.30 al centro geriatrico Le Grazie. Venerdì, alle 10, è prevista la visita al centro geriatrico di Collerolletta, mentre sabato alle 10.30 le reliquie dei veggenti saranno all’ospedale Santa Maria. Alle 15.30 ci sarà invece l’incontro in piazza Europa e la processione verso il duomo.

Il 15 gennaio le reliquie saranno trasferite nella parrocchia Nostra Signora di Fatima (Gabelletta) e il 18 gennaio nella cattedrale dì Narni.