Terni sempre più rosa, più vecchia e multirazziale: è la fotografia scattata dai Servizi statistici comunali, elaborando un documento che analizza le differenze tra la città di oggi e quella di 30 anni fa, con il numero di stranieri presenti passato da meno di 250 a circa 12.870. I dati sono di fonte Istat, dell’archivio anagrafico e di altri servizi amministrativi.

La Terni del 1986 contava poco più di 111 mila abitanti, quanti quelli registrati al 31 dicembre 2016, ma la struttura demografica – emerge dallo studio – era completamente diversa.

Tra i residenti la componente maschile è diminuita infatti del 2% mentre quella femminile è cresciuta della stessa entità.

Oggi, a parità di residenti totali, gli ultrasettantacinquenni sono divenuti 15.417, più del doppio.

La differenza più rilevante è rappresentata, come detto, dalla presenza degli stranieri: nel 1986 erano meno di 250, ora sono circa 12.870 l’11% della popolazione.