Presentate questa mattina, presso la residenza municipale ternana di Palazzo Spada, la serie di iniziative allestite – dal 19 ottobre al 4 novembre – per la commemorazione del 150° anniversario della Campagna dell’Agro Romano del 1867. Presenti il sindaco Leopoldo Di Girolamo, l’assessore alla Cultura Tiziana De Angelis, il presidente del comitato di Terni dell’Istituto Storia Risorgimento Zefferino Cerquaglia, il direttore dell’Archivio di Stato di Terni Elisabetta David, il presidente Ami sezione Salvatorelli di Terni Andrea Giardi e il presidente del Centro Studi Storici Domenico Cialfi.

“Desidero esprimere il più sentito ringraziamento per l’apprezzabile lavoro svolto in occasione dell’organizzazione di questa ricorrenza – ha detto il sindaco Di Girolamo – le iniziative scaturiscono da un lavoro importante che, come Amministrazione comunale, vogliamo sostenere. Siamo fermamente convinti che chiunque abbia a cuore la nostra città non possa non interessarsi alle sue origini. La storia è fondamentale per poter andare avanti”.

Per la ricorrenza del 150° anniversario della Campagna dell’Agro Romano del 1867, che vide la città di Terni sentinella avanzata per il concentramento dei volontari garibaldini organizzati dal centro insurrezionale ternano con a capo Pietro Faustini chiamato poi il Garibaldi di Terni, formatosi con lo scopo di liberare Roma, si è costituito un Comitato umbro-sabino che ha messo in cantiere una serie di iniziative per celebrare la ricorrenza. Al comitato hanno aderito: l’Istituto per la Storia del Risorgimento Italiano con i comitati provinciali di Terni, Perugia e Rieti, l’associazione Nazionale Veterani e Reduci Garibaldini di Rieti e del Lazio, l’associazione Mazziniana Italiana sezione di Terni, i Centri Studi Storici di Terni e Narni, l’associazione Garibaldina P. Faustini di Terni, il circolo filatelico-numismatico Aromatici di Terni, l’Archivio di Stato, la biblioteca comunale di Terni, la Regione Umbria, i comuni di Terni, Rieti, Montelibretti, e Monterotondo, l’associazione Nazionale Finanzieri Italiani sezione di Terni, la Fondazione Cassa di Risparmio di Terni e Narni. Il programma prevede un fitto calendario di appuntamenti.

“Voglio esprimere grande soddisfazione per questa conferenza stampa – dichiara l’assessore alla Cultura Tiziana De Angelis – a cui ho piacere di partecipare. Ho avuto modo di assistere alle diverse riunioni tenutesi, per dare vita a queste iniziative e mi sono resa conto che in tutti gli incontri c’è sempre stata una grande condivisione di intenti tra i partecipanti. Intendo sottolineare, come assessore alla Scuola, quanto sia fondamentale, che le istituzioni e la comunità propongano appuntamenti di valore agli istituti scolastici e al mondo dei giovani. Manifestazioni di questo tipo, infatti, fungono da stimolo e riescono a sollecitare la passione per la storia, la curiosità per gli avvenimenti che hanno visto Terni protagonista e la conoscenza. Tutte cose che appartengono ai ragazzi. Mi aspetto una larga partecipazione delle scuole del nostro territorio che sono sicura, sapranno apprezzare il programma proposto”.

Il programma – Giovedì 19 ottobre: alle ore 10 al caffè letterario si svolgerà la presentazione del libro L’Italia nel 1867. La prima scintilla garibaldina: la spedizione di Terni di Andrea Giardi. Seguirà l’inaugurazione della Mostra biblio-iconografica su Le spedizioni garibaldine del 1867 alla la Sala Farini. La mostra, visitabile fino al 15 dicembre, presenta un ampio panorama di opere, ricco di rarità bibliografiche e testi più recenti della biblioteca e delle collezioni Fratini e Giardi. Venerdì 20 ottobre: alle ore 10 a Largo Villa Glori, luogo dove è ubicata la lapide che ricorda il soggiorno di Giuseppe Garibaldi in casa Faustini il 22 ottobre 1867, si renderà un Omaggio a Pietro Faustini. Saranno presenti il sindaco Leopoldo Di Girolamo e Giandomenico Faustini Pongelli. Spostandosi in via Fratini, luogo dove esisteva l’antico Palazzo dei conti Fratini, si scoprirà una epigrafe a Enrico Cairoli, già andata perduta con i bombardamenti aerei del 1943, voluta e realizzata Federico Fratini, pronipote del più noto patriota mazziniano e prigioniero politico pontificio. La giornata proseguirà con un fitto programma all’Archivio di Stato a Palazzo Mazzancolli, dove dalle 15.30 si inaugurerà la mostra documentaria Il Risorgimento a Terni: uomini e idee sulla strada di Roma. Il contributo dei fratelli Fratini. Quì si potranno ammirare documenti, foto, quadri e cimeli appartenuti ad Augusto e Federico Fratini, estratti dalla collezione Fratini e dall’Archivio di famiglia, donato nel 2011 dai discendenti all’Archivio di Stato, ricco di lettere dei più importanti patrioti del Risorgimento nazionale a partire da Mazzini e Garibaldi. La Mostra potrà essere visitata fino al mese di dicembre durante gli orari di apertura dell’Archivio di Stato. Nella corte del palazzo funzionerà un ufficio distaccato delle Poste Italiane per la Giornata della Filatelia, organizzata dal Circolo filatelico-numismatico di Terni con un annullo postale e relativa cartolina a ricordo della partenza dalla città dei Fratelli Cairoli. La sera del 20 ottobre, sempre a cura dei filatelici, sotto la presidenza di Rodolfo Maria Borzacchini, si inaugurerà la mostra La Filatelia nel Risorgimento. Continuerà il ricordo dei Fratelli Cairoli con un Recital dei sonetti scritti da Pascarella su Villa Gloria con una performance in dialetto romanesco dell’attore Stefano de Majo nei panni di un volontario romano che prese parte alla spedizione e che raccontò in un’osteria di Trastevere quanto accaduto da A Terni dove fu l’appuntamento…. fino al tragico epilogo di Villa Gloria, al poeta romano interpretato da Domenico Cialfi. Il programma di eventi proseguirà nella sala conferenze Gisa Giani con la presentazione delle mostre a cura della direttrice dell’Archivio dottoressa David, del prof. Puxeddu dell’ISRI e dell’ing. Borzacchini del Circolo filatelico; infine la presentazione del volume Lorenzo Lesti, patriota, il suo tempo e la processura anconitana di più delitti di Nicola Sbano. Sabato 21 ottobre il presidente del Comitato provinciale di Terni dell’Istituto per la Storia del Risorgimento Italiano prof. Zefferino Cerquaglia, introdurrà il Convegno di studio sugli avvenimenti politico-militari del 1867 a Terni e nell’Agro Romano A Terni dove fu l’appuntamento che si svolgerà nell’intera giornata, con inizio alle ore 9 in bct, al caffè letterario. Saranno presenti il sindaco Leopoldo Di Girolamo, il presidente della Fondazione Carit Luigi Carlini, Gianfranco Paris presidente della Federazione regionale Lazio dell’Associazione Nazionale Veterani e Reduci Garibaldini e Adolfo Puxeddu. Ancora il 3 novembre, alle ore 15, ci sarà una visita con l’apposizione di una corona alla Cappella della Società Reduci garibaldini ternani al Cimitero Civico della città, dove sono incisi i nomi di 110 garibaldini che combatterono per la libertà per la repubblica. A seguire in Archivio di Stato alle ore 16.30, una conferenza del prof. Sergio Bellezza dell’Associazione Garibaldina in ricordo di Pietro Faustini, il Garibaldi di Terni con i Cantori della Valnerina che eseguiranno canti risorgimentali. Le manifestazioni si chiuderanno il 4 novembre alle 17 all’Auditorium di Palazzo Gazzoli, dove Stefano de Majo e Fabrizio Longaroni si esibiranno nel Recital L’Italia s’è desta, già portato in scena per il 150° Anniversario dell’Unità d’Italia.