Sarà Luca Manfredi, regista, figlio del celebre Nino Manfredi, l’ospite speciale dell’edizione 2017 del Palio dei Colombi che si disputa domani alle 21 al campo dei giochi dove le cinque contrade cittadine si sfideranno per la conquista del titolo che Vallis è chiamata a difendere dopo la vittoria del 2016. Manfredi, invitato dal sindaco, Laura Pernazza, e dal presidente dell’ente Palio, Alberto Rini, avrà anche il compito di premiare i vincitori del Palio dei Colombi al termine della gara. A scendere in campo saranno cinque fantini: per Vallis Diego Cipiccia, per Posterola Marco Elefante, per Platea Jacopo Rossi, per Collis, Marco Diafaldi, per Crux Burgi, Francesco Marzoli, unico cavaliere amerino in gara. La presenza di quest’ultmo però è in forse.

Il fantino è infatti caduto durante le ultime prove e se non ce la facesse, al suo posto correrà Filippo Quadraccia, anch’egli amerino e all’esordio assoluto. Resi noti anche i nomi dei balestrieri: Per Vallis Eleonora Grilli, per Posterola Manrico Pantaleoni, per Platea Carlo Margheriti, per Collis Siro Sparnaccini e per Crux Burgi Silvia Nocentini. Il palio sarà preceduto dal corteo storico che prenderà le mosse alle 17 e 30 ed attraverserà tutto il centro storico prima di giungere al campo dei giochi dove avverranno anche le premiazioni per il miglior corteo, per il miglior gruppo musici, per gli ambienti medievali e, da parte di ciascuna contrada, del contradaiolo dell’anno.

Per la prima volta dopo molte edizioni, il Palio dei Colombi non vedrà correre cavalli purosangue. L’ente Palio si è infatti adeguata alle nuove normative ed ha sostitutito i tradizionali cavalli con altre razze il cui utilizzo è attualmente consentito dai regolamenti nazionali. L’ordine di arrivo del 2016 era stato il seguente: Vallis, Posterola, Platea, Crux Burgi, Collis.