Terni Maker Festival, evento dedicato al mondo delle innovazioni e tecnologie creative organizzato dall’Associazione HackLab Terni, è giunto quest’anno alla terza edizione. L’appuntamento, in collaborazione con Indisciplinarte e con il patrocinio del Comune di Terni, si è svolto presso il Centro Arti Opificio ex Siri di Terni durante la giornata di sabato 6 maggio. La manifestazione ha avuto più di 1000 visitatori, tra studenti delle scuole del territorio ternano, persone interessate al settore tecnologico e famiglie che hanno potuto far partecipare i propri figli ai laboratori organizzati dalle associazioni KidsBit e DiScienza assieme ai soci volontari dell’HackLab.
L’evento ha permesso di far incontrare esperti e appassionati di diverse tecnologie, sia tradizionali sia digitali, e ha dato ai giovani la possibilità di comprendere meglio quello che le nuove tecnologie possono offrire.
Durante la giornata si sono tenute varie conferenze: di particolare rilievo è stata la presenza di Davide Scaramuzza, ternano di origine, capo del Robotics and Perception Group presso l’Università di Zurigo, cofondatore della start-up Zurich Eye ed autore del libro “Autonomous Mobile Robots“, con un intervento intitolato “Come vedono i Robot: dalle auto autonome ai droni”, riguardante i principi di funzionamento dei robot autonomi (automobili e droni) ed il ruolo della visione artificiale. Fra i vari espositori erano presenti diverse scuole ternane (Istituto Tecnico Tecnologico “Allievi-Sangallo”, Liceo Renato Donatelli, Direzione Didattica G. Mazzini) e reatine (Liceo C.Jucci), nonché Explora – Museo dei bambini di Roma. I visitatori hanno espresso le loro preferenze fra i vari progetti presentati. I più votati sono stati: PlantsFrame, presentato da TerniGrow, una serra domestica automatizzata che si integra nel design domestico; KING DRINK, presentato dall’Istituto Tecnico Tecnologico di Terni, un sistema con PLC dispensatore di bevande “green”; Ecobox, presentato da nTheractive insieme agli studenti del Liceo Renato Donatelli, un ecosistema controllato che permette agli studenti delle
scuole di tutti i livelli di imparare in maniera interattiva le basi della biologia. Nei locali del CAOS erano presenti anche installazioni a cura dell’HackLab Terni, di Valentina Taddei – V+Mvisualmapping e di Shunt tis (Jacopo Diamanti e Luca Frogheri). La giornata si è conclusa con M.e.M., audio video performance con MadMapper e MaxMspJitter di Massimiliano Annibali, chitarrista, maestro di chitarra, compositore di testi e musica, informatica musicale e computer music.