E’ stato reso cardio protetto il centro sportivo di Acquasparta grazie all’installazione, nei giorni scorsi, di una postazione pubblica d’emergenza contenente un defibrillatore semiautomatico. Lo rende noto il sindaco, Roberto Romani, che ricorda come questo intervento vada ad implementare il progetto, già avviato, di “città cardioprotetta”.

Lo stesso sindaco lo ha sottolineato martedì scorso in occasione della presentazione del defibrillatore e dell’inaugurazione dei nuovi spogliatoi dello stadio “Floro Finistauri” alla presenza del presidente del Coni regionale, Domenico Ignozza, del presidente della Figc di Terni, Giampiero Micciani, del presidente dell’Amc98, Walter Parisse e del consiglio direttivo, oltre allo sponsor, Dante Squadroni.

All’iniziativa ha partecipato anche la Ternana Calcio che, con una squadra di ragazzi del settore giovanile, ha incontrato i ragazzi 2014 dell’Amc98Il primo stralcio dei lavori prevedeva l’adeguamento sismico, l’abbattimento delle barriere architettoniche e l’efficientamento energetico della struttura adibita a spogliatoio per un intervento ammontante complessivamente a 122mila euro, 44mila dei quali provenienti da fondi regionali e il resto da un mutuo comunale accesso alla Cassa Depositi e Prestiti.

“Si tratta – spiega il sindaco Romani – di interventi di riqualificazione del centro sportivo che già costituisce una realtà consolidata ed un fiore all’occhiello dell’intero territorio a servizio di tutti gli sport. Ringrazio la Amc98, i privati che hanno collaborato e tutte le associazioni che hanno aiutato per la realizzazione del progetto “Acquasparta Città cardioprotetta” riguardante diversi punti della città dotati di tali apparecchiature”.