Per tutto il mese di febbraio il Pozzo di San Patrizio di Orvieto resta chiuso per consentire l’effettuazione dei lavori di manutenzione straordinaria programmati dal Comune di Orvieto e che consistono nella riqualificazione e messa a norma del pozzo e dell’area dell’attiguo Tempio del Belvedere. Si tratta di un intervento preliminare ai lavori veri e propri di restauro conservativo del bene monumentale di Antonio da Sangallo il Giovane.  L’intervento è suddiviso in due lotti: il primo relativo ai lavori di risanamento generale dell’edificio destinato a biglietteria/ufficio e all’area circostante e il secondo che riguarderà la struttura del chiosco, i varchi elettronici e il sistema informatizzato di biglietteria. La biglietteria del pozzo verrà spostata nell’ufficio turistico che già esiste nei pressi della stazione della Funicolare in piazza Cahen e saranno eliminati gli attuali tornelli in “entrata” e “uscita” per liberare il più possibile l’accesso al monumento; su Viale Sangallo, inoltre, sarà posizionata una struttura per lo svolgimento di funzioni di sorveglianza e controllo mentre sugli ingressi al pozzo saranno installati varchi elettronici con lettore di biglietteria in entrata collegati con il sistema informatizzato. Saranno sistemati i servizi igienici con l’abbattimento delle barriere architettoniche e il percorso del viale che conduce al Tempio del Belvedere con una pavimentazione in selci e nuove balaustre in legno e interventi di cura delle alberature; adeguamenti anche per la linea elettrica, installazione di lampade LED, inserimento della fibra ottica e, infine, nuovi portoni d’ingresso al monumento.