“Tutte le opere d’arte e gli altri beni culturali portati via dalle chiese e dai musei di Norcia e degli altri centri della Valnerina in seguito al terremoto che li ha danneggiati, torneranno esattamente dove erano”. Lo ha detto il Ministro dei Beni Culturali, Dario Franceschini, che questa mattina si è recato a Norcia dove ha visitato il cantiere della Basilica di San Benedetto, quasi interamente crollata, ad eccezione della facciata, poi messa in sicurezza con una gabbia di tubi innocenti, dopo la violenta scossa del 30 ottobre scorso. Ad accoglierlo la presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini, la vice presidente della Camera dei Deputati, Marina Sereni ed il sindaco, Nicola Alemanno. Presenti anche i monaci benedettini e l’arcivescovo Renato Boccardo.

“La vastita’ dei danni procurati da questo terremoto sul patrimonio culturale – ha spiegato Franceschini – e’ impressionante. Ci sono 300 persone del ministero che lavorano ogni giorno. E’ un lavoro enorme, che sara’ fatto con il massimo scrupolo perche’ si tratta di coniugare la sicurezza con la tutela dei beni culturali. C’e’ l’impegno assoluto del Governo – ha aggiunto – a mettere tutte le risorse che serviranno”.

Il Ministro Franceschini ha anche incontrato l’imprenditore umbro Brunello Cucinelli, che gli ha illustrato i lavori che intende finanziare sulla torre del palazzo comunale.