- Radio Galileo - http://www.radiogalileo.it -

SANGUE, AVIS RINGRAZIA I DONATORI: “MA L’EMERGENZA NON E’ ANCORA TERMINATA”

Posted By Giorgio Ciaruffoli On 16 gennaio 2017 @ 19:25 In Attualità

E’ decisamente migliorata, ma ancora non del tutto superata la delicata situazione legata alla carenza di sangue. In tanti hanno risposto all’appello lanciato nei giorni scorsi dall’Avis facendo registrare 153 donazioni in quattro giorni. “Una media di 38 al giorno – sottolinea il Presidente dell’Avis provinciale di Terni, Dino Iannaccio, che hanno fatto fronte all’immediata esigenza, ma che non sono ancora sufficienti per tornare alla normale programmazione”. Il Presidente dell’Avis, ringrazia i donatori periodici che hanno aderito all’invito per fronteggiare l’emergenza sangue della settimana scorsa ed esprime gratitudine ai tanti donatori che si sono recati ai Centri di raccolta sangue, ma che non hanno potuto donare per impedimenti medici.

“Il confronto con i prelievi del gennaio 2016 non ci permette di stare tranquilli – dice Iannaccio – nei primi 15 giorni di questo mese, le donazioni sono con segno negativo (-6) con una proiezione di -20 donazioni a fine mese. Per garantire gli interventi chirurgici e le terapie mediche, che utilizzano il sangue o suoi derivati, servono 50 donazioni al giorno”.

La necessità urgente di donazioni dunque persiste, e servono tutti gruppi sanguigni.

Mercoledì prossimo 18 gennaio, il SIT di Terni effettuerà una apertura straordinaria pomeridiana, dalle 14 alle 16. Non sarà necessario essere a digiuno, basta che sia stato fatto un leggero pranzo almeno 4 ore prima della donazione.

“Facciamo appello ai donatori periodici – aggiunge Iannaccio – affinché contattino le Avis comunali della provincia di Terni per poi recarsi ai Centri di raccolta sangue. Invitiamo i cittadini della provincia, non associati, a contattare i CRS degli ospedali di Terni, Narni/Amelia e Orvieto tramite i relativi centralini”. Il Presidente dell’Avis provinciale, esorta ogni cittadino in buona salute, con un peso non inferiore a 50 kg. un’età tra 18 e 65 anni e un buono stato generale di salute a donare il Sangue o i suoi componenti.

“Per ogni controindicazione – conclude Iannaccio – si rivolgano con fiducia ai medici dei Centri di Raccolta, grazie alla loro professionalità e preparazione sapranno valutare ogni singolo caso”.


Article printed from Radio Galileo: http://www.radiogalileo.it

URL to article: http://www.radiogalileo.it/attualita/2017/01/16/28899-sangue-avis-ringrazia-i-donatori-ma-lemergenza-non-e-ancora-terminata

URLs in this post:

[1] Giorgio Ciaruffoli: http://www.radiogalileo.it/author/giorgio-ciaruffoli

Copyright © 2014 Radio Galileo. All rights reserved.