E’ un risultato in controtendenza, quello fatto registrare dai due capoluoghi di provincia dell’Umbria, nella graduatoria della tradizionale indagine condotta dal quotidiano “Sole 24 ore”, sulla qualità della vita.

Perugia, guadagna infatti 13 posizioni rispetto allo scorso anno, piazzandosi al 44esimo posto, mentre Terni ne perde 3 risultando 68esimo nella speciale graduatoria. L’indagine del “Sole 24 ore”, mette ogni anno a confronto la vivibilita’ nelle province italiane in base a una serie di indicatori riguardanti sei settori quali affari, lavoro e innovazione; reddito, risparmi e consumi; ambiente, servizi e welfare; demografia, famiglia, integrazione; giustizia, sicurezza, reati; cultura, tempo libero e partecipazione.

Diverse le novita’ del 2016 – spiegano i redattori della speciale graduatoria – volte a rendere piu’ completo il check della vivibilita’ sul territorio, con una maggiore attenzione alle esigenze e ai problemi piu’ attuali della collettivita’: il valore della casa, il lavoro per i giovani, la capacita’ di innovazione, l’integrazione degli stranieri, l’offerta di welfare, la partecipazione civile.