La presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini, accompagnata dal sindaco Fabrizio Cardarelli, ha effettuato, nel primo pomeriggio di oggi, un sopralluogo nella città di Spoleto per una verifica diretta dei danni causati dagli ultimi eventi sismici, sia ad edifici pubblici che privati. La presidente Marini ed il Sindaco Cardarelli, si sono recati presso la frazione Eggi e successivamente nel centro storico del capoluogo, dove sono stati registrati danni ad abitazioni private, edifici pubblici e ad alcuni plessi scolastici. I due si sono intrattenuti anche con diversi cittadini della frazione di Eggi che hanno dovuto lasciare le proprie abitazioni e che sono ospitati nella tensostruttura allestita presso il locale campo sportivo.

La governatrice ha rassicurato tutti sul fatto che sia con il primo decreto legge, sia con il secondo (la cui firma da parte del Capo dello Stato è imminente), il Governo ha stanziato le somme necessarie e stabilito le norme per l’immediato avvio della ricostruzione di tutti gli immobili danneggiati dal terremoto, a prescindere dalla loro collocazione, purché sia certificato il “danno diretto” in conseguenza del sisma.

La Presidente umbra ha anche riferito che con il secondo decreto legge i sindaci, con i quali vi è sempre stato, in questi mesi, un confronto diretto, saranno autorizzati ad effettuare interventi per la messa in sicurezza degli edifici resi pericolanti dalle scosse telluriche. Inoltre, il nuovo decreto conterrà ulteriori misure per favorire la ripresa economica in tutte le aree colpite dal terremoto.