Sono state circa 90 le scosse di terremoto, di magnitudo non inferiore a 2, registrate dalla mezzanotte nelle zone già colpite dal sisma tra Umbria, Marche, e Lazio. Secondo i rilevamenti dell’INGV, l’Istituto nazionale di geofisica e

vulcanologia, le scosse piu’ significative sono state due, etrambe di magnitudo 3.1, verificatesi alle 1,18 e alle 4,13 con epicentro nei pressi di Ussita, in provincia di Macerata. Non sono stati segnalati nuovi crolli.